Suggestione artistica

sdz-03-upNel mondo dell’editoria è successo un episodio buffo. L’autrice di Harry Potter, J.K.Rowling, ha voluto mettersi alla prova. Sicura del suo talento, ha cercato di replicare il successo della saga del maghetto. Ha scritto un giallo firmandosi con uno pseudonimo: Robert Galbreith. Ha sottoposto il libro a editori e critici. E sono pochi quelli che lo hanno valutato come un’opera scritta da un autore di esperienza. In tre mesi ha venduto 1500 copie. Alla fine il “giocsdz-seeds02o” è stato rivelato e, in pochissimo tempo, sono state vendute 7 milioni di copie.
In molti imprecano disgustati: allora il marketing conta più di tutto il resto. In realtà quello che ci fa apprezzare un’opera d’arte (in qualsiasi campo) è la suggestione che riesce a darci. La firma di un autore noto è solo uno degli ingredienti di questa misteriosa alchimia. Se un libro (un disco, un film, un quadro) mi è piaciuto attribuisco al suo autore una accondiscendenza che limita la mia severità nel giudicare le proprie opere. Non è (solo) marketing. E’ anche fascino. E’ anche suggestione.sdz-03-dn

Share Button

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *